Il monitoraggio dei pollini

Infiorescenza di salice
Polline di quercia
Graminacee

L'attività dell'ARPA FVG nel campo del monitoraggio aerobiologico ha avuto ufficialmente inizio nel mese di gennaio 2005, con lo scopo di creare una rete sinottica di stazioni di rilevamento che possa fornire indicazioni utili, per tutto il territorio regionale, sulla presenza in atmosfera di pollini e spore fungine di interesse allergologico.

I pollini sono degli "allergeni" e il "calendario dei pollini" ha grande utilità per quella parte della popolazione che soffre di allergie: nello studio dei pollini è quindi primario l'interesse sanitario, ma vi sono anche implicazioni ambientali.

Ad esempio, il monitoraggio aerobiologico è un valido strumento di indagine:

  • nel controllo dell’inquinamento atmosferico,
  • nello studio dei cambiamenti vegetazionali e climatici,
  • nella gestione del verde pubblico,
  • in campo agronomico,
  • nella conservazione dei beni culturali.

Tuttavia, come premesso, il suo primo ed ancora principale utilizzo è stato nel campo dell’allergologia al fine di:

  • conoscere la concentrazione di particelle aerodisperse a fini diagnostici e terapeutici,
  • redigere calendari pollinici,
  • sviluppare modelli previsionali di emissione e trasporto dei pollini.

Sostanzialmente causa delle sindromi allergiche sono pollini e spore fungine, per cui queste sono le particelle biologiche che vengono campionate, riconosciute a microscopio e di cui si calcola la concentrazione in atmosfera espressa in granuli/m3.

A livello nazionale esiste il Coordinamento Pollini e una Rete Italiana di Monitoraggio Aerobiologico (PollNet), creati nel 2001.

Le varie ARPA si sono quindi attivate per la creazione di stazioni di monitoraggio e la predisposizione di un unico calendario pollinico a cui afferiscono i dati da tutto il territorio nazionale.

Anche l'ARPA FVG dà il suo contributo attraverso i centri di specializzazione di monitoraggio pollini presso i Dipartimenti di Pordenone e Trieste.

In questo panorama si inserisce il Protocollo di intesa stipulato tra la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Direzione centrale della Salute e Protezione Sociale e l' Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente per la realizzazione e la gestione ambientale e sanitaria della succitata rete regionale.

L'ARPA FVG mette a disposizione i dati sui pollini in tempo reale.

Sto cercando ...